• Home
  • Rivista M@gm@
  • Quaderni M@gm@
  • Portale Analisi Qualitativa
  • Forum Analisi Qualitativa
  • Advertising
  • Accesso Riservato


  •  

    POLITICA EDITORIALE

     

    LA REDAZIONE

    La Redazione della rivista elettronica internazionale dell'Osservatorio dei Processi Comunicativi, associazione culturale scientifica senza scopo di lucro, ha il compito di gestire e organizzare il lavoro editoriale, è inoltre responsabile della promozione degli obiettivi e delle finalità della rivista, ne condivide la politica editoriale rendendo conforme lo sviluppo della rivista alle prerogative che caratterizzano l'orientamento editoriale.

    Redazione

    Direttore Scientifico: promuove e determina la programmazione e l'organizzazione del progetto editoriale al fine di definire e perfezionare gli obiettivi editoriali; orientare e pianificare il lavoro editoriale; garantisce il perseguimento degli orientamenti e delle finalità della politica editoriale.

    Comitato Scientifico: composto da esperti qualificati in diversi ambiti delle scienze umane e sociali, sostiene il progetto editoriale per sollecitare e orientare più efficacemente le collaborazioni editoriali. Ha inoltre una funzione importante di consulenza e supporto nella supervisione e valutazione dei contenuti pubblicati.

    Comitato di Redazione: coordina il lavoro di scrittura; organizza i controlli di qualità interni ed esterni; valuta e segue il processo editoriale della produzione dei contenuti coordinando il lavoro editoriale.

    Segreteria Editoriale: gestione amministrativa e finanziaria.


    NORME DI PARTECIPAZIONE ALLA REDAZIONE

    M@gm@, rivista elettronica di scienze umane e sociali, fondata e diretta dal 2002 dal Sociologo Orazio Maria Valastro, è il progetto editoriale dell'Osservatorio dei Processi Comunicativi, associazione culturale e scientifica senza scopo di lucro.

    Il presente codice etico ha una triplice finalità: è volto a tutelare i lettori sulla qualità del profilo teorico e metodologico della rivista; si propone di garantire, a tutti coloro che con diverse responsabilità, collaborano allo sviluppo di M@gm@, la partecipazione a un progetto editoriale di elevata professionalità; ha, inoltre, la funzione di garantire ai suoi collaboratori la trasparenza degli orientamenti comportamentali di fondo che permeano tale progetto editoriale e di promuovere la condivisione degli obiettivi comuni che tutti i componenti della redazione si impegnano a perseguire.

    1 La missione del progetto editoriale

    1.1 La rivista valuta la qualità dei contributi pubblicati in collaborazione con il comitato di redazione ed il comitato scientifico.

    1.2 La rivista tutela i lettori garantendogli un elevato contenuto scientifico, culturale e professionale, dei testi pubblicati.

    1.3 Il progetto editoriale si connota per la multidisciplinarietà della sua proposta e promuove una declinazione transversale dei contributi dall’ambito sociologico, antropologico ed educativo, a quello filosofico, psicologico e medico.

    1.4 La rivista si propone di promuovere la collaborazione e la partecipazione di esperti e cultori di approcci e metodologie qualitative nel settore delle scienze umane e sociali, contribuendo a produrre un insieme complesso di conoscenze e pratiche, caratterizzandosi come strumento di approfondimento e perfezionamento.

    1.5 La rivista sostiene una lettura transdisciplinare e comprensiva del sociale, collegata ad una socio-antropologia dell'immaginario sociale e simbolico, coniugando teoria et pratica, approcci teorici e analisi empiriche.

    1.6 La rivista concepisce l'intervento professionale, la ricerca sociale e la formazione professionale, l'analisi sociale e l'intervento nei contesti sociali e culturali, come osservazione, interpretazione critica e cambiamento partecipato della vita quotidiana.

    1.7 Tutti i contributi pubblicati dalla rivista elettronica sono ad accesso libero e fruibili dai lettori nell’interezza dei loro contenuti.


    2 L'offerta culturale della rivista ai suoi collaboratori

    2.1 La rivista offre ai suoi collaboratori un ambiente intellettualmente stimolante al cui interno sia possibile contribuire alla costruzione di un progetto editoriale dotato di spessore sul piano teorico e operativo.

    2.2 La rivista offre ai suoi collaboratori la possibilità di inserirsi all’interno di un contesto redazionale attento a valorizzare esperienze sia di studio e di ricerca, sia operative a livello nazionale e internazionale. La rivista, in questa direzione, ha consolidato rapporti di collaborazione con una équipe di comprovata competenza e rilievo culturale.

    2.3 La rivista consente ai suoi collaboratori di far parte di un gruppo di lavoro aperto alla crescente internazionalizzazione dei suoi componenti e di stabilire rapporti professionali con ricercatori e professionisti, afferenti a diverse scuole teoriche e matrici di pensiero e che contribuiscono alla ricchezza e alla vivacità intellettuali del progetto editoriale.

    2.4 La rivista mette a disposizione dei suoi collaboratori un know-how tale da promuovere la maturazione di elevati livelli di professionalità. Il bagaglio di conoscenze teoriche e procedurali condiviso dai membri della redazione contribuisce a formare, sviluppare e affinare le competenze specialistiche di coloro che, a vario titolo, partecipano al progetto editoriale.

    2.5 La partecipazione al progetto editoriale della rivista rappresenta una valida esperienza di collaborazione professionale, riconosciuta dalla comunità scientifica e professionale nel settore delle scienze umane e sociali.


    3. Orientamenti comportamentali di fondo e obiettivi comuni

    3.1 Il progetto editoriale cresce e si sviluppa grazie alla partecipazione libera e disinteressata di tutti i collaboratori. Le prestazioni professionali dei collaboratori rispondono alla libera volontà degli stessi di contribuire allo sviluppo della rivista e non costituiscono titolo per la richiesta di corrispettivi di natura monetaria.

    3.2 I membri della redazione si impegnano a fornire al Direttore Scientifico e responsabile della rivista e ai suoi più stretti collaboratori, informazioni conformi al vero, riguardo agli studi compiuti e ai titoli conseguiti, accademici e non accademici, e alle esperienze professionali maturate, con particolare riferimento a quelle che li rendono collaboratori idonei della rivista secondo la posizione e il ruolo professionale per i quali si candidano.

    3.3 I membri della redazione si impegnano a garantire al Direttore Scientifico e responsabile della Rivista e ai suoi più stretti collaboratori prestazioni professionali di qualità e a comunicare, su sollecitazione degli stessi, nel rispetto dei tempi e delle modalità concordate, la loro disponibilità a partecipare alle attività di programmazione dei numeri della rivista di prossima pubblicazione.

    3.4 I membri della redazione si impegnano a mantenere, per tutta la durata del rapporto di collaborazione, contatti costanti con i coordinatori delle attività alle quali partecipano rispondendo anche per la qualità della prestazione professionale da loro svolta. Tutti i collaboratori rispondono, in ultima istanza, per la natura e la qualità della collaborazione prestata, al Direttore Scientifico e responsabile della rivista.

    3.5 I collaboratori hanno cura dei rapporti professionali da loro stabiliti con gli altri membri della redazione e sono sollecitati a sviluppare relazioni improntate alla stima reciproca, al dialogo e alla finalizzazione produttiva del lavoro comune.

    3.6 I collaboratori che, per vari motivi, decidessero di ritirarsi dalla partecipazione al progetto editoriale sono invitati a comunicare, in forma libera e scritta, la loro volontà di cessazione del rapporto di collaborazione direttamente al Direttore Scientifico e responsabile della rivista. I collaboratori, sempre previa comunicazione scritta, possono decidere di sospendere temporaneamente la loro collaborazione alla rivista ed eventualmente di ricandidarsi successivamente per la stessa posizione o per un’altra, qualora i titoli di studio e/o le esperienze professionali possedute al momento della candidatura siano considerate sufficienti. Nel caso di un’interruzione ingiustificata del rapporto di collaborazione con la redazione della rivista, qualora si protragga nel tempo, si intende sospesa automaticamente e temporaneamente questa stessa collaborazione. Le candidature sono valutate e, dunque, approvate o respinte, in ultima istanza dal Direttore Scientifico e responsabile della rivista.



    Collana Quaderni M@GM@


    Volumi pubblicati

    www.quaderni.analisiqualitativa.com

    DOAJ Content


    M@gm@ ISSN 1721-9809
    Indexed in DOAJ since 2002

    Directory of Open Access Journals »



    newsletter subscription

    www.analisiqualitativa.com